Muffin o Cupcake?

Almeno una volta vi sarà capitato di chiedervi quali sono, se ci sono, le sostanziali differenze tra questi due dolci, apparentemente simili ma in realtà molto diversi tra loro, in quasi tutto direi. Innanzi tutto la provenienza e il periodo in cui sono nati: in Inghilterra nel periodo vittoriano i primi, in America alla fine del ‘700 i secondi. Inoltre la definizione: ‘quick bread’ (panino veloce) e ‘torta in tazza’ sono termini usati per spiegare meglio la loro sostanza. I Cupcakes infatti, in mancanza di teglie e pirottini, venivano originariamente cotti nelle tazze; i Muffins invece venivano preparati per essere consumati dalla servitù con gli avanzi del pane del giorno precedente e i ritagli degli impasti dei biscotti: hanno quindi una struttura pesante e una consistenza molto più simile al pane che a un dolce anche se per prepararli non viene utilizzato il lievito di birra ma quello istantaneo in polvere in modo che la lievitazione avvenga direttamente in fase di cottura. La preparazione è un’altra differenza importante: per i Muffins si dividono gli ingredienti secchi da quelli umidi, mescolati insieme solo in una seconda fase creando così un impasto che dovrà essere lavorato poco per darne la consistenza caratteristica. Lo stesso non avviene per i Cupcakes, preparati secondo il ‘Creaming Method’ che prevede la lavorazione del burro (fatto ammorbidire con una frusta piatta) con lo zucchero e le uova, fino al raggiungimento di una crema spumosa e solo dopo, tutti gli altri ingredienti. Questo conferisce loro una consistenza soffice, simile al pan di spagna. Esistono poi differenze meno rilevanti ma che rendono comunque unici questi due dolci, il momento della giornata in cui vengono consumati e la forma: i Muffins sono generalemente più grandi, hanno una forma bombata, possono contenere frutta, frutta secca o scaglie di cioccolata e nascono come dolce da colazione mentre i Cupcakes vengono consumati principalmente come merenda nel pomeriggio, col thè o caffè, hanno una forma piatta in modo da lasciare spazio ad una ricca decorazione e generalmente contengono una farcitura a base di crema o marmellata. Il modo piu classico per decorarli è quello di formare su ognuno un bel ciuffo di crema aiutandosi con il sac à poche e completare aggiungendo granella di frutta secca, frutta fresca a pezzetti, cacao o decorazioni di pasta di zucchero (con le tecniche del cake design).

Quelli che ho inserito nella mia lista sono quelli che mi vengono meglio e che vengono fuori dall’unione di ingredienti che mi piacciono molto, credo infatti che le due cose siano strettamente legate: più conosci e ti piace un ingrediente più cerchi nel risultato finale quello che vorresti assaggiare te, se mai lo ordinassi. A me piace molto la frutta secca, credo sia un valore aggiunto e arricchisca sia nel gusto che nel contrasto della consistenza i dolci che la contengono. Per questo la troverete spesso accostata al cioccolato, allo yogurt ma anche alle mele o alle carote.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...